Naturopatia

…dedicato alle future mamme, ai loro nove mesi di gioie, speranze, aspettative, talvolta difficoltà, piccoli disturbi e ansie per la nuova vita in arrivo.

di , infermiere professionale e naturopata
 

La naturopatia si occupa della cura della persona in una visione olistica, cioè considera corpo e mente come unità inscindibili.

Il naturopata è un operatore del benessere, che solitamente non è un medico (ma alcuni medici sono anche naturopati), ma un professionista che ha seguito un percorso formativo presso scuole accreditate.

Il naturopata non prescrive farmaci, ma opera con rimedi naturali ed integratori, che non hanno un ruolo curativo, ma soprattutto di prevenzione: il naturopata agisce intervenendo sul terreno, cioè su quelle situazioni che favoriscono l’insorgenza delle malattie. Riequilibrando il terreno, la malattia si presenta più difficilmente. Sono un esempio classico di terreno alterato le situazioni di cistiti ricorrenti o di persone che si ammalano spesso durante l’inverno.

Il naturopata utilizza rimedi di tipo erboristico (tinture madri, macerati glicerici, oli essenziali nell’ aromaterapia), omeopatico ed altre metodiche, quali stimolazione di punti di agopuntura con il massaggio (Tui na) oppure con la cromopuntura (cioè con fasci di luce invece che con gli aghi). Può utilizzare inoltre la riflessologia plantare, l’ascolto empatico e la somministrazione dei fiori di Bach.

La naturopatia trova posto nella cura e prevenzione di alcuni dei disturbi tipici della gravidanza, una condizione che dovrebbe essere vissuta come evento naturale e fisiologico nella vita di una donna.

I sintomi più frequenti sono le nausee e talora il vomito nei primi mesi, che in alcuni casi si possono protrarre più a lungo. Pare che i fattori psicologici, insieme a quelli ormonali, giochino un ruolo importante in questo tipo di disturbo. La digitopressione o l’agopuntura su particolari punti dei meridiani danno spesso buoni risultanti, tramite la stimolazione del punto PC6 (due dita sopra la piega trasversale del polso). Per questo disturbo si consigliano piccoli pasti frequenti  e pane tostato a colazione. E’ possibile integrare Fico MG (Ficus carica gemme – MG sta per macerato glicerico) e le nausee dovrebbero gradualmente attenuarsi. Se le nausee fossero particolarmente forti e seguite da vomito si può associare Melissa TM (Melissa officinalis TM sta per Tintura madre).

Un’alimentazione sana è molto importante, da sfatare il detto che bisogna mangiare per due, è invece raccomandabile non aumentare troppo di peso per prevenire patologie della gravidanza quali diabete gestazionale e gestosi. Cerali integrali, legumi, verdura e frutta aiutano, grazie alle fibre, per un evacuazione più completa e morbida evitando così di andare ad irritare il plesso emorroidale.

Per la stipsi è bene evitare tutti quei lassativi irritanti la mucosa intestinale e prediligere le fibre specie quelle cosiddette “gel-forming” che sostituiscono l’attività irritante a quella meccanica. Qualche esempio sono le mucillagini di Psillio, di Agar-agar, gomma di Guar … ecc. da assumere con abbondante acqua lontano da pasti e farmaci o rimedi naturali poiché potrebbero ridurne l’assorbimento. Anche Fico Radichette MG (Ficus Carica) favorisce lo stabilirsi di un giusto ritmo intestinale.

Da porre particolare attenzione allo zucchero raffinato che, per essere assimilato, necessita di vitamine e minerali che sottrae dai depositi corporei, si consiglia di sostituire lo zucchero bianco con miele, zucchero di canna grezzo, sciroppo d’acero o malto. Questi, insieme ai carboidrati complessi dei cereali, riducono  i possibili sbalzi glicemici con conseguente riduzione di attacchi di fame improvvisa e desiderio eccessivo di dolci.

Piccole quantità di alghe apportano buone quantità di sali minerali (calcio per le ossa, ferro per il sangue, magnesio per muscoli e sistema nervoso…)

Per il ferro si consigliano lenticchie (meglio più piccole che gonfiano meno), i semi di girasole, sesamo, zucca apportano zinco ( elemento fondamentale per l’apparato riproduttivo,) oli insaturi ad azione antinfiammatoria e benefica sulla pelle, il lievito di birra in scaglie apporta vitamine del gruppo B (aggiunto ai primi piatti o verdure), il gomasio è ricchissimo di calcio, si predilige il pesce alla carne, evitare latticini specialmente se vi sono ristagni linfatici.

Il drenaggio linfatico può essere sostenuto da Betulla Verrucosa Linfa MG come drenaggio sistemico, l’utilizzo di Castagno MG (Castanea Vesca) decongestiona il circolo venoso di arti inferiori e pelvi. Può essere usato Faggio MG (Fagus Selvatica) se la ritenzione idrica è associata ad un affaticamento renale, o se il gonfiore è maggiore nelle giornate freddo-umide.

Da prendere in considerazione anche la reflessologia plantare (in particolare per curare nausee, stanchezza, ritenzione idrica, mal di schiena ecc…) ed i fiori di Bach per un lavoro sinergico più vibrazionale-sottile su preoccupazioni, insonnia, stanchezza, insicurezza, accettazione del nuovo/cambiamento ecc…

Resta di fondamentale importanza l’ascolto del corpo. Infatti, la gravidanza è vista come un momento di crescita, non solo della pancia, ma della persona, che può cogliere l’occasione per divenire più consapevole. La gravidanza è per eccellenza il tempo dell’ascolto: ascolto di sé e ascolto dell’altro, ascolto del proprio corpo e del bambino che cresce nel ventre. La gravidanza è anche il tempo dell’attesa, della paziente e trepida attesa.

Oggi abbiamo tutti i mezzi per vivere la gravidanza e il parto con naturalezza e sicurezza per consentire alla donna e al suo bambino un’esperienza umana e al contempo protetta da rischi e pericoli evitabili.

 

A cura di Tessa Francalanci, Infermiere professionale

Naturopatia ed Aromaterapia, Studi presso la scuola SIMO (Scuola Italiana di Medicina Olistica)

CONTATTI francalancitessa[AT]yahoo.it

Bibliografia :
Pronto soccorso Naturopatico  ed. URRA di M. Faccio /C. Piantanida
Fondamenti di Nutrizione ed. ENEA di C. Trevisani
Reflessologia Naturopatica ed. ENEA di C. Trevisani
La cura naturale della mamma e del bamino ed. ENEA autori vari
Aromaterapia per la mamma e il bambino XENIA ed. di L. Fortuna

Naturopatia
Vota questo contenuto